ENDURANCE 6 ORE FUN CUP

3°WINNER FUN CUP
ENDURANCE 6 ORE- 30 SETTEMBRE 2017

 

 

IMG 4760

 

 

Regolamento

 

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

 

Sono ammessi tutti i conduttori che abbiano compiuto il 15° anno d’età.
“Winner fun cup" è una manifestazione a squadre prevista sulla distanza di 6 ore che si svolge presso il kartodromo Pista Winner di Nizza Monferrato
I Kart saranno forniti dall’organizzazione (parolin , motorizzati honda 270 4T) a sorteggio per le squadre iscritte.
L’assistenza tecnica per tutta la durata delle manifestazione sarà fornita dall’organizzazione.
Il numero minimo per lo svolgimento della manifestazione è di 8 equipaggi
Il numero massimo di equipaggi ammessi in gara è di 20
Il numero massimo di conduttori ammessi per squadra è fissato in 6, mentre il numero minimo è di 3.
Ogni squadra deve obbligatoriamente nominare un team manager, che può essere anche uno dei conduttori e sarà responsabile della squadra nell’ambito delle manifestazioni, oltre che referente della Direzione gara e dell’organizzazione per tutte le comunicazioni necessarie.
Risulterà vincitore l’equipaggio che nell’ambito della durata della manifestazione compirà il maggior numero di giri nel minor tempo.
 
1. ISCRIZIONI E ASSISTENZA

 Le iscrizioni alla Manifestazione Endurance dovranno essere inoltrate alla Pista Winner (entro e non oltre il 10/09/17), tramite una e-mail  attraverso un’apposita scheda d’iscrizione , che invieremo su richiesta.
La tassa d’iscrizione per la partecipazione alla manifestazione è fissata in € 700,00 a team.
 
2. BRIEFING

 E’ previsto un briefing tenuto dal Direttore di gara e dallo Staff dell’Organizzazione, che informerà sulle norme specifiche del Regolamento particolare di gara, specificando i termini della procedura di partenza, delle prove di qualificazione, delle aree dove è consentito effettuare il cambio pilota, l’individuazione dell’area tecnica e il significato delle bandiere di segnalazione utilizzate.
Il briefing verrà fatto prima della partenza delle prove libere dal direttore di gara nell'area indicata.
 
3. PROGRAMMA E TIMING DI GARA DI MASSIMA

 -11.30 – 12.30            Verifiche sportive presso il bar Winner
 -13.00 - 13.30     Estrazione kart e Briefing del direttore di gara
 -14.00 - 15.00     Prove libere per tutti i partecipanti (a rotazione)
 -15.20 - 15.30     Prove di qualificazione (che effettuerà un membro del team)
 -16.00          Partenza gara (della durata di 6h)
 -22.30             Premiazioni
 
4. PACE KART

 L’organizzazione identificherà attraverso il regolamento Particolare di Gara, un mezzo che verrà utilizzato con funzione di pace kart e quindi autorizzato ad entrare in pista, in caso di incidente, pioggia o qualsiasi motivazione che la direzione gara dovesse ritenere necessaria la sua entrata.
La funzione della Pace Kart sarà di neutralizzare la gara nel caso si verificassero condizioni di pericolo di qualsiasi natura, con particolare riferimento al mutamento repentino delle condizioni meteo, alla presenza in pista di mezzi di soccorso e in caso di incidenti che ostruiscano in modo importante la pista.
L’ingresso della Pace Kart sarà disposto dalla Direzione di gara.
La Pace kart si posizionerà immediatamente davanti al leader della corsa, che sarà tenuto ad accodarsi mantenendo una distanza di sicurezza dalla stessa.
In regime di Pace kart, sono consentite le soste ai box per interventi tecnici e rifornimento.
 
5. COMPORTAMENTO E DISCIPLINA DI GARA

I conduttori sono obbligati a mantenere nell’ambito delle prove e delle gare, un comportamento esemplare, finalizzato a ridurre le situazioni di pericolo, rispettando tutte le
disposizioni del Regolamento, della Direzione gara e le bandire esposte.
E’ severamente vietata la guida in stato di ubriachezza e sotto l’effetto di droghe e/o psicofarmaci.
Il percorso deve essere seguito integralmente. Si incorre in un taglio di percorso quando quest’ultimo, non importa per quale motivo, non è seguito integralmente con conseguente vantaggio in termini di posizione di classifica o di riduzione della distanza prevista. I conduttori che violano tale disposizione, sono puniti, in base alla gravità della violazione, con provvedimenti che possono arrivare all’esclusione.
In caso di fermata in pista per qualsiasi causa, sia nel corso della gara che delle prove, il conduttore dovrà portare il mezzo ai margini della pista fuori dalla traiettoria e riprendere la pista, solo dopo essersi sincerato che non sopravvengano altri conduttori.
 Nel caso l’operazione non sia possibile, al team, verrà assegnato uno dei kart di riserva.  
Nel caso di improvvisi rallentamenti, causati da guasti o incidenti, è obbligatorio segnalare con un braccio alzato ai conduttori che seguono, tale manovra. Anche il rientro ai box, deve  obbligatoriamente essere segnalato con un braccio alzato.
In regime di pace–kart è assolutamente vietato il sorpasso.

Le bandiere di segnalazione utilizzate dalla Direzione gara saranno:
Bandiera tricolore nazionale: segnale di partenza della gara;
Bandiera rossa: (a disposizione esclusiva del Direttore di Gara) se viene esposta prima del segnale di partenza, informa i conduttori che devono arrestare il Kart dove la bandiera è esposta.
Bandiera a scacchi neri e bianchi: segnale di fine gara o fine sessione.
Bandiera nera accompagnata da un numero: il conduttore del Kart contraddistinto dal numero che accompagna la bandiera, responsabile di comportamento gravemente scorretto, deve fermarsi  nella zona riservata alle penalità al primo passaggio successivo all’esposizione della bandiera; La bandiera nera può essere esposta anche senza essere preceduta dalla esposizione della bandiera bianco/nera.
Bandiera nera con disco arancione accompagnata da un numero: è esposta d’iniziativa del Direttore di Gara che agisce come Giudice di fatto. La bandiera informa il conduttore del Kart contraddistinto dal numero che accompagna la bandiera che il Kart ha problemi meccanici che possono causare situazioni di pericolo o problemi di inquinamento acustico. II conduttore oggetto della segnalazione deve arrestarsi nella zona riservata alle riparazioni nel corso della gara, al primo passaggio successivo all’esposizione della bandiera, per mettere a posto il Kart (perdita della marmitta, perdita del filtro di aspirazione, marmitta che si sta staccando, gomma sgonfia, ecc.). Una volta riparato il kart, il conduttore può ripartire;
Bandiera nera e bianca divisa in diagonali accompagnata da un numero: avvertimento, dato una sola volta al conduttore del kart contraddistinto dal numero che accompagna la bandiera per comportamento scorretto. Se il comportamento scorretto dovesse ripetersi nel corso della stessa manifestazione, i Commissari Sportivi potranno disporre l’immediata esclusione dalla gara;
Bandiera rossa: Se viene esposta dopo il segnale di partenza, informa i conduttori che la gara è interrotta;
Bandiera gialla: pericolo, proibito sorpassare. Se la bandiera è agitata il pericolo segnalato è immediato;
Bandiera gialla con righe rosse: informa i conduttori che le condizioni di aderenza della superficie della pista si sono improvvisamente deteriorate nella zona oltre la bandiera (per olio sparso sulla pista, per presenza di una pozza d’acqua, ecc.);
Bandiera blu:
– immobile: un conduttore vi segue da vicino: siate pronti ad agevolare l’eventuale sorpasso;
– agitata: un conduttore cerca o sta per sorpassarvi: date il passo per agevolare il sorpasso;
Bandiera verde: E’ usata alla fine della zona di pericolo segnalata dalle bandiere gialle;
Bandiera bianca: presenza in pista di ambulanza o mezzo di soccorso.


6. PROVE

 La sessione di prove libere servirà per la conoscenza del tracciato e del kart.
Il cambio piloti sarà libero e a discrezione della squadra.
La sessione cronometrata valida per la griglia di partenza avrà una durata di 10 minuti e sarà effettuata da un solo pilota.
In caso di medesimo tempo fatto registrare da più Team la miglior posizione in griglia sarà riservata al Team che l’avrà ottenuto per primo (verrà considerato il miglior tempo sul giro).
In caso di sospensione della sessione di prove, il tempo non sarà recuperato e si procederà con il programma della manifestazione.
 
7. PROCEDURA DI PARTENZA

 Lo schieramento di partenza sarà composto in base ai risultati delle prove cronometrate.
La procedura di partenza, prevede partenza stile Le Mans a semaforo o bandiera, in base a quanto stabilirà il Direttore di Gara nell’ambito del Briefing.
Il conduttore che effettuerà la partenza può essere scelto dal Team liberamente e può risultare diverso dal pilota autore del giro più veloce in prova.

8. SVOLGIMENTO DELLA GARA

 Risulterà vincitore il Team che avrà coperto la distanza prevista (espressa in ore di gara) compiendo il numero maggiore di giri. Nella graduatoria seguiranno tutti gli altri conduttori in base al numero di giri effettuati.
Lo start della Gara è fissato come da programma di manifestazione.
I conduttori non potranno effettuare turni di guida superiori ai 70 minuti consecutivi, che non comprendono il tempo permanenza in corsia box. Dopo ogni sessione di guida dovranno osservare 20 minuti minimi di riposo.
L’operazione di cambio pilota nella corsia box non dovrà essere inferiore ai 120 secondi.
Tutti i conduttori appartenenti ad un team devono obbligatoriamente partecipare alla gara con almeno un turno di guida della durata di 20 minuti consecutivi.
Ad ogni pilota, verrà applicato un bollino sul casco prima della sessione di guida (nell'area di cambio pilota).
Alle fine della gara tutti i membri appartenenti al team dovranno avere almeno un bollino identificativo.
L’assistenza Tecnica e i rifornimenti saranno servizi a cura dell’Organizzazione, forniti alle medesime condizioni a tutti i Team iscritti. Il posizionamento specifico delle aree Assistenza e rifornimento sarà illustrato sia dal briefing scritto, sia da quello tenuto in pista dalla Direzione Gara.
 


9. RECLAMI E APPELLI

 I reclami dovranno essere presentati al Direttore di gara entro 30 minuti dal termine della manifestazione, tramite apposito modello disponibile in Direzione Gara e in segreteria.
I reclami dovranno essere pertinenti e trattare un solo argomento, presentati al Direttore di gara o in sua assenza ad un Commissario Sportivo.
 
10. LE PENALITÀ

 Le penalità sono combinate dalla Direzione Corsa, in seguito a comportamenti non conformi al regolamento, con particolare riferimento all’inosservanza delle bandiere di segnalazione, guida  pericolosa o scorretta, velocità eccessiva in corsia box, superamento del limite di tempo per il turno di guida.Il direttore di corsa, può infliggere penalità anche nei confronti di team che intervengano tecnicamente sul telaio messo loro a disposizione dall’Organizzazione.
Le penalità inflitte durante la gara, saranno degli “stop and go” di 20” da scontare in un’area stabilita e illustrata al briefing. La segnalazione al conduttore avverrà attraverso un cartello esposto dal Direttore di gara sul traguardo. Il conduttore dovrà scontare la penalità entro 3 giri dall’esposizione del cartello. La Direzione gara, ha facoltà, nei casi di recidivi e/o fatti gravi, di  impartire “Stop and go” di durata superiore ai 20”.
 Le penalità inflitte per il superamento del limite dei 70 minuti di guida consecutivi nell’ultimo turno, saranno inflitte penalizzando la squadra di 20” per ritardi fino ad un minuto e di un giro per ritardi superiori.
Le penalità combinate per comportamenti non conformi al regolamento, rilevate negli ultimi giri di gara, dove non fosse possibile impartirle con uno “Stop and go”, verranno inflitte con una penalità espressa in tempo sulla classifica finale. Tale penalità è a discrezione della Direzione gara, in base alla gravità dei fatti, ma comunque non potrà risultare inferiore a 20”.
 In presenza di comportamenti da parte di un conduttore, ritenuti anti-sportivi, la Direzione gara ha facoltà di escludere dalla competizione il conduttore stesso. In questo caso, la decisione sarà comunicata al team manager. La squadra potrà proseguire la gara avvalendosi dei piloti restanti.
Per gli stessi motivi, un conduttore può essere escluso anche a gara terminata. In questo caso, tutti i giri compiuti dal conduttore in questione, saranno tolti dalla classifica della squadra. In casi molto gravi, la Direzione gara, può escludere dalla competizione tutto il team.
Le decisioni del Direttore di gara, sono inappellabili.
 
11. ASSISTENZA TECNICA

 L’assistenza tecnica è garantita a tutte le squadre, da una struttura dell’Organizzazione posta in un’area stabilita nella pianta del tracciato ed illustrata al briefing.
Presso l’area Assistenza, che sarà sempre raggiungibile dalla pista, saranno istituiti dei punti di intervento gestiti da tecnici. L’ordine d’arrivo dei conduttori presso lo stand Assistenza determinerà la sequenza degli interventi. Nel caso i punti fossero entrambi occupati (massimo 3 kart per volta) sarà segnalato tramite bandiera rossa fissa.
Gli interventi tecnici non potranno mai essere effettuati assieme al rifornimento.
Gli interventi tecnici di riparazione e controllo, tra le prove e la gara, sono effettuati su giudizio del Responsabile Tecnico, che darà precedenza ai mezzi con problemi che ne compromettono la sicurezza, rispetto a quelli con problemi inerenti la prestazione.
I kart, che a causa di problemi tecnici, non saranno in grado di schierarsi per la partenza, prenderanno il via della gara dai box.
In assistenza è vietato cambiare conduttore. Tale disposizione può essere derogata in casi particolari su autorizzazione dello staff tecnico.
Presso lo stand assistenza, oltre al conduttore interessato, vi può accedere solo il team manager, o in mancanza un solo ulteriore componente della squadra. L’inosservanza di tale disposizione può comportare la penalizzazione con uno “Stop and Go” dell’equipaggio.
Nel caso di noie tecniche o incidente lungo il percorso, che impediscano al conduttore di raggiungere l’assistenza, questo sarà recuperato dal personale addetto, che allo stesso tempo provvederà a fornire un mezzo sostitutivo.
 
12. KART DI RISERVA

 Durante lo svolgimento della gara, è possibile, in caso di incidenti o problemi tecnici che comportino una lunga sosta ( superiore ai 5 minuti) in assistenza, usufruire di uno dei kart di riserva.
 La sostituzione deve essere decisa esclusivamente dal Responsabile Tecnico e prevede il passaggio sul kart di riserva del transponder, ed eventuali altri parti del Kart ufficiale.
Durante le prove, è assolutamente vietato sostituire il kart. Tutti gli interventi tecnici necessari, saranno svolti sul kart assegnato alla squadra e nel caso in cui la sessione fosse saltata integralmente, la squadra stessa prenderà il via della gara dall’ultimo posto in griglia.
Tale disposizione può essere derogata solo su disposizione del Responsabile Tecnico che, in via eccezionale, può anche autorizzare la sostituzione del kart tra le prove e la partenza della gara.
 
13. CARBURANTI E RIFORNIMENTO

 I carburanti e i lubrificanti sono forniti esclusivamente dall’organizzazione. E’ vietato l’utilizzo di  qualsiasi additivo supplementare, pena l’esclusione dalla manifestazione.
 Il rifornimento può essere effettuato esclusivamente dal personale addetto, presso la zona  appositamente allestita e illustrata al briefing.
Tale operazione sarà effettuata con il pilota non a bordo del mezzo, gestita a discrezione delle squadre e consentita per tutta la durata della gara.
 

14. IL PESO

 Prima delle sessioni di guida, in sede di verifiche Sportive, tutti i conduttori dei team dovranno sottoporsi alla fase di pesa in tenuta di gara (tuta, casco, guanti e scarpe). La media del peso di tutti i piloti di ogni singolo team (che dovrà essere di 80kg) decreterà i Kg di zavorra da applicare al kart della squadra.  
(Es. Peso totale dei piloti 300kg diviso il numero dei piloti della squadra 4 media 75 kg)
 La zavorra dovrà essere inserita nell’apposito cassetto, in panni da 5 kg , 10 kg , 15 kg o 20 kg forniti direttamente dall’organizzatore e non dovrà mai essere rimossa per tutta la durata della manifestazione. Sarà cura di un Responsabile Tecnico verificare la conformità dell’eventuale zavorra montata sul mezzo.
 Il mancato rispetto delle norme stabilite per il peso comporterà un provvedimento disciplinare nei confronti del team.
 
15. VERIFICHE SPORTIVE

 Le verifiche sportive pre-gara saranno effettuate attraverso un modello di autocertificazione che il team manager dovrà compilare al momento dell’accoglienza in pista prima della sessione di prove.
Il team non potrà prendere il via delle prove fino al momento della consegna della scheda.
Al momento del briefing il Team Manager sorteggerà il proprio kart.
In qualsiasi momento della manifestazione, l’organizzazione, su indicazione del direttore di gara potrà effettuare controlli di qualsiasi natura, sia nei confronti dell’equipaggio, che tecnici per verificare eventuali manomissioni del kart in gestione alla squadra.
Tutti i conduttori, sono obbligati a non lasciare la manifestazione fino a 30 minuti dal termine della stessa. In qualsiasi momento potrebbero essere chiamati dalla Segreteria organizzativa per eventuali verifiche. Nel caso un conduttore dovesse lasciare anzitempo la pista, è obbligato a comunicarlo alla segreteria dell’organizzazione, pena una penalizzazione per la squadra.
 
16. GARA BAGNATA

 In caso di pista dichiarata bagnata dalla Direzione di Gara, sia in prova che in gara, non si sostituiranno i pneumatici e si procederà con le coperture slick.
In caso di rovesci importanti, sia in prova che in gara, la Direzione di Gara ha facoltà di sospendere la sessione o la corsa stessa. Il tempo dell’interruzione durante le prove non sarà recuperato.
In gara, se fosse raggiunto il 75% della distanza della gara, l’interruzione coinciderebbe con la fine della gara e la classifica verrebbe ufficializzata. Se fosse stato coperto meno del 75% della  distanza, si procederà ad una nuova manche appena fosse possibile. In questo caso, si procederà con la somma dei tempi delle due manche.
In caso di pioggia, la Direzione di Gara può prevedere l’utilizzo della Pace Kart. In questo caso la gara viene neutralizzata, ma è comunque possibile effettuare tutte le operazioni di rifornimento, cambio pilota e assistenza. La pace-kart si posizionerà davanti al primo concorrente in classifica e sarà segnalata dalla bandiera bianca sul traguardo e le bandiere gialle sul percorso. Tutti i concorrenti sono tenuti ad un andatura lenta ed è fatto assoluto divieto di sorpasso.
In qualsiasi momento, la Direzione gara può far rientrare la Pace Kart, anche se non fosse cessato di piovere.
In caso di pioggia, l’Organizzazione può richiamare in Assistenza i concorrenti attraverso l’esposizione della bandiera nera con cerchio arancio accompagnata dal numero del concorrente.
L’operazione può rivelarsi necessaria per interventi di ordine tecnico.

 

17. CRONOMETRAGGIO

 Tutti i kart sono muniti di un transponder elettronico per il cronometraggio. I rilevamenti di tale strumento saranno gli unici certificati come ufficiali. Sarà presente in pista un tabellone luminoso per la visione dei tempi da parte di tutti i team.
Ai fini della determinazione di tutte le classifiche, farà fede esclusivamente la classifica ufficiale siglata dalla Direzione di Gara.
Se per qualsiasi problema, il transponder dovesse cessare di funzionare, questo sarà sostituito richiamando il team in area assistenza.
 
18. PREMI

 

I PREMI VERRANNO STABILITI ENTRO FINO LUGLIO

 

 

scarica qui il modulo di iscrizione

modulo scarico responsabilità

 

Gare Serali 2017

 

VUOI ORGANIZZARE UNA GARA SERALE?

 

TELEFONA PER PRENOTARE LA GARA 
O RISERVARE IL TUO TURNO DA NOLEGGIO
AL NUMERO
0141 72.61.88
O VIA MAIL A
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook Image

Miglior Tempo Serale del Mese

Ufo 56"59


Tempi Gare Serali 2017

 

TEMPO

NOME

DATA

56"59

UFO 11/07

56"74

DANIELE 10/06

56"84

LUCA 3/07

57"11

GIACOMO 15/05

57"22

MICHAEL 17/07

 57"37

 GIANLUCA 6/04

57"47

FABIO 3/07

 57"50

 MARCO 7/04

57"59

CEK 26/06

57"62

PITEO 19/05

57,62

DANILO 26/06

 57"63

 ALESSANDRO 7/04

57"75

LUCA 13/06

57"77

GIOVANNI 31/05

57"78

BRUNO 13/06

 

NB: Le persone in classifica che non hanno compilato correttamente il modulo non possono essere contattate per la gara finale

MeteoBox